Pneumobase.it
OncoPneumologia
Tumore polmone
Esmr

Tralokinumab per asma grave e incontrollato: studi STRATOS 1 e STRATOS 2


Tralokinumab è un anticorpo monoclonale umano anti-interleuchina-13 ( IL-13 ) sviluppato per il trattamento dell'asma grave e incontrollato.
Gli studi clinici STRATOS 1 e STRATOS 2 hanno valutato l'efficacia e la sicurezza di Tralokinumab in questa popolazione.

STRATOS 1 e STRATOS 2 erano studi clinici randomizzati, in doppio cieco, controllati con placebo, di fase 3 che hanno arruolato partecipanti di età compresa tra 12 e 75 anni con asma grave inadeguatamente controllato nonostante l'uso di corticosteroidi inalatori ( 500 microg o più al giorno di Fluticasone o equivalente ) e un agonista beta-2 a lunga durata d'azione ( ma non corticosteroidi orali ).

STRATOS 1 è stato condotto in 246 Centri in 14 Paesi e STRATOS 2 è stato effettuato in 242 Centri in 13 Paesi.
In STRATOS 1, i partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Tralokinumab 300 mg oppure placebo corrispondente per via sottocutanea ogni 2 settimane o ogni 4 settimane per 52 settimane.
In STRATOS 2, i partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Tralokinumab 300 mg oppure placebo corrispondente per via sottocutanea ogni 2 settimane per 52 settimane.

L'obiettivo di STRATOS 1 è stato quello di identificare una popolazione positiva ai biomarcatori con un beneficio da Tralokinumab potenziato, che è stato poi testato in STRATOS 2.
L'endpoint primario era la riduzione annualizzata del tasso di esacerbazione asmatica ( AAER ) alla settimana 52 nella popolazione di STRATOS 1 e nella popolazione positiva ai biomarcatori di STRATOS 2.
STRATOS 1 è stato condotto tra il 2014 e il 2017. 1.207 partecipanti sono stati assegnati in modo casuale e 1.202 trattati come segue: Tralokinumab ogni 2 settimane ( n=398 ), Tralokinumab ogni 4 settimane ( n=404 ) oppure placebo ( n=400 ).

STRATOS 2 è stato effettuato tra il 2014 e il 2017. 856 partecipanti sono stati assegnati in modo casuale e 849 trattati come segue: Tralokinumab ogni 2 settimane ( n=427 ) e placebo ogni 2 settimane ( n=422 ).

Nella popolazione di STRATOS 1, Tralokinumab ogni 2 settimane non ha ridotto significativamente AAER rispetto al placebo ( riduzione del 7.0%; rate ratio, RR=0.93; P=0.59 ).
L'ossido nitrico esalato frazionato ( FENO ) al basale pari a 37 ppb o maggiore è stato identificato come il biomarcatore preferito in STRATOS 1.
Nei partecipanti con FENO alto, Tralokinumab ogni 2 settimane ( n=97 ) ha ridotto AAER del 44.0% ( RR=0.56; P=0.028 ) rispetto al placebo ( n=102 ).

Nella popolazione di STRATOS 2 con FENO alto, Tralokinumab ogni 2 settimane ( n=108 ) non ha migliorato significativamente AAER ( riduzione del 15.8%; RR=0.84; P=0.47 ) rispetto al placebo ( n=121 ).

Il profilo di sicurezza è stato in linea con quello dei precedenti studi di Tralokinumab.

Tralokinumab ha ridotto AAER nei partecipanti con asma grave con FENO pari a 37 ppb al basale o superiore in STRATOS 1, ma non in STRATOS 2.
Questi differenti effetti su AAER non supportano un ruolo chiave dell'interleuchina-13 nelle esacerbazioni gravi di asma. ( Xagena2018 )

Panettieri RA Jr et al, Lancet Respir Med 2018; 6: 511-525

Pneumo2018 Farma2018


Indietro