Pneumobase.it
Esmr
Tumore polmone
OncoPneumologia

Rischio di mortalità con Salmeterolo e l’effetto della terapia concomitante con corticosteroidi per via inalatoria


Esiste il timore che i beta agonisti a lungo effetto ( LABA ) possano aumentare il rischio di mortalità per asma.

Una meta-l'analisi è stata condotta su studi clinici randomizzati controllati nei deceduti per asma dal database di GlaxoSmithKline ( GSK ) tra il Salmeterolo e un trattamento di confronto non-LABA nell'asma.

Ci sono stati 35 morti di asma in 215 studi con 106.575 soggetti.
Due studi ( SMART e SNS ) hanno contribuito con 30/35 morti di asma ( 86% ).

Il rapporto di probabilità di rischio di mortalità per asma con Salmeterolo è stato pari a 2.7.

. In 54 studi, controllati con placebo, il rischio di morte da asma in pazienti senza corticosteroidi per via inalatoria è stato pari a 7.3.

Nei 127 studi, in cui ai pazienti sono stati prescritti corticosteroidi per via inalatoria, il rischio di morte per asma del 2.1.

In 63 studi in cui i pazienti sono stati assegnati in modo casuale per ricevere la combinazione Salmeterolo / Fluticasone per via inalatoria, non sono stati riscontrati morti per asma tra i 22.600 pazienti.

In conclusione, il Salmeterolo in monoterapia nell’asma aumenta il rischio di mortalità e questo rischio è ridotto mediante terapia concomitante con corticosteroidi per via inalatoria.
Non c’è nessuna evidenza che la terapia di combinazione Salmeterolo e Fluticasone propionato sia associata a un aumento del rischio di mortalità per asma, anche se questa interpretazione è limitata dalla bassa potenza statistica degli studi disponibili. ( Xagena2010 )

Weatherall M et al, Thorax 2010; 65: 39-43


Farma2010 Pneumo2010


Indietro