GSK Infettivologia
Forum Infettivologico
Pneumobase.it
Tumore polmone

Mantenimento a lungo termine della riduzione dei corticosteroidi orali e dell'efficacia di Dupilumab nei pazienti con asma grave


Molti pazienti, la cui asma grave è causata da un'infiammazione di tipo 2, richiedono un trattamento a lungo termine con corticosteroidi sistemici per controllare la malattia e prevenire le riacutizzazioni.
Dupilumab ( Dupixent ), un anticorpo monoclonale completamente umano, è approvato negli Stati Uniti per il trattamento dell'asma eosinofilo da moderato a grave e dipendente da corticosteroidi orali ( OCS ).

Nello studio di fase 3 LIBERTY ASTHMA VENTURE, l'aggiunta di Dupilumab 300 mg ogni 2 settimane ( q2w ) rispetto al placebo ha ridotto significativamente l'uso dei corticosteroidi orali dal basale in 24 settimane del 70.1% contro 41.9% negli adulti con asma grave OCS-dipendente; nonostante il ridotto uso di corticosteroidi orali in questa popolazione, Dupilumab ha comunque ridotto il tasso di riacutizzazioni gravi del 59% e ha migliorato il volume espiratorio forzato in 1 secondo ( FEV1 ) di 0.22 l rispetto al placebo.

LIBERTY ASTHMA TRAVERSE, uno studio di estensione a braccio singolo, in aperto, ha valutato la sicurezza, la tollerabilità e l'efficacia a lungo termine di Dupilumab aggiuntivo negli adulti / adolescenti trasferiti da un precedente studio su Dupilumab.

Una analisi post hoc ha valutato se la riduzione della dose di corticosteroidi orali e l'efficacia di Dupilumab osservate in VENTURE fossero mantenute quando i pazienti continuavano con Dupilumab nello studio TRAVERSE.

I pazienti VENTURE trattati con Dupilumab ogni 2 settimane oppure placebo arruolati nello studio TRAVERSE hanno ricevuto Dupilumab 300 mg ogni 2 settimane per un massimo di 96 settimane.

Gli endpoint che sono stati valutati nei pazienti trattati con Dupilumab / Dupilumab e placebo / Dupilumab comprendevano: il cambiamento nell'uso di corticosteroidi orali dal basale di VENTURE alle settimane 48 e 96 e la percentuale di pazienti che avevano completamente interrotto i corticosteroidi orali durante VENTURE e sono rimasti liberi da corticosteroidi orali alle settimane 48 e 96 di TRAVERSE.

Gli endpoint di efficacia erano i tassi di esacerbazione grave e la variazione di FEV1 pre-broncodilatatore rispetto al basale VENTURE.

Dei 210 pazienti che hanno completato lo studio VENTURE, 187 sono stati arruolati nello studio TRAVERSE.

Alle settimane 48 e 96 di TRAVERSE, sono state osservate riduzioni sostenute ( 89% entro la settimana 96 ) rispetto al basale VENTURE nei corticosteroidi orali nei pazienti trattati con Dupilumab / Dupilumab; miglioramenti sostanziali sono stati ottenuti nei pazienti trattati con placebo / Dupilumab ( riduzione del 74% entro la settimana 96 ).

Dei pazienti che avevano interrotto i corticosteroidi orali entro la settimana 24 di VENTURE ( Dupilumab / Dupilumab: 53.3%, placebo / Dupilumab: 29.9% ), la maggior parte è rimasta libera da corticosteroidi orali durante TRAVERSE ( Dupilumab / Dupilumab: 31/33 [ 93.3% ] e 14/14 [ 100% ], placebo / Dupilumab: 21/21 [ 100% ] e 9/9 [ 100% ] alle settimane 48 e 96, rispettivamente ).
Nonostante la riduzione nell'uso dei corticosteroidi orali, i tassi di esacerbazione durante TRAVERSE erano bassi, e il cambiamento di FEV1 è risultato notevolmente migliorato.

In conclusione, il trattamento a lungo termine con Dupilumab dell'asma dipendente da corticosteroidi orali ha facilitato lo svezzamento da corticosteroidi orali, riducendo e mantenendo contemporaneamente bassi tassi annualizzati di esacerbazioni e migliorando la funzione polmonare. ( Xagena2021 )

Fonte: American Thoracic Society - ATS Meeting, 2021

Pneumo2021 Farma2021


Indietro