Pneumobase.it
OncoPneumologia
Tumore polmone
Xagena Mappa

Eliminazione dei corticosteroidi orali tramite un algoritmo di riduzione personalizzato negli adulti con asma eosinofilico grave trattati con Benralizumab: studio PONENTE


Non esiste consenso su come ridurre i corticosteroidi orali dopo l'inizio di farmaci biologici nell'asma grave.
Lo studio PONENTE ha valutato l'efficacia e la sicurezza di un algoritmo di riduzione degli steroidi rapido e individualizzato, comprendendo il monitoraggio dell'insufficienza surrenalica, dopo l'inizio di Benralizumab ( Fasenra ).

Questo studio multicentrico, in aperto, a braccio singolo è stato condotto in 138 centri clinici per il trattamento dell'asma in 17 Paesi.
Sono stati arruolati pazienti adulti di età a partire da 18 anni con asma eosinofilo grave ( conta degli eosinofili nel sangue superiore o uguale a 150 cellule per microl all'arruolamento o 300 cellule o più per microl nell'anno precedente ) che richiedevano corticosteroidi orali di mantenimento per almeno 3 mesi prima dell'arruolamento.

I pazienti hanno ricevuto Benralizumab 30 mg con iniezione sottocutanea ogni 4 settimane per tre dosi, poi ogni 8 settimane.
La fase di riduzione dei corticosteroidi orali è iniziata alla settimana 4 con dosaggi giornalieri di corticosteroidi orali ridotti di 1-5 mg ogni 1-4 settimane a seconda della dose iniziale, del controllo dell'asma e dello stato della funzione surrenale.

La funzione surrenale è stata valutata con una misurazione del cortisolo sierico mattutino, seguita da stimolazione dell'ormone adrenocorticotropo quando necessario, una volta che i pazienti hanno raggiunto una dose giornaliera di corticosteroidi per via orale di 5 mg/die per 4 settimane.
Sono state effettuate misurazioni ripetute del cortisolo per i pazienti con evidenza di insufficienza surrenalica al primo test.

Il controllo dell'asma è stato valutato con l'Asthma Control Questionnaire-6 ( ACQ-6 ) settimanale durante le fasi di induzione e riduzione dei corticosteroidi orali.

Gli endpoint primari erano la percentuale di pazienti che eliminavano i corticosteroidi orali giornalieri, mantenuta per almeno 4 settimane, e la percentuale che raggiungeva l'eliminazione o un dosaggio giornaliero di Prednisone o Prednisolone di 5 mg o meno, per almeno 4 settimane, se il motivo di nessuna ulteriore riduzione era l'insufficienza surrenalica.

Le analisi di sicurezza ed efficacia hanno incluso tutti i pazienti che hanno ricevuto almeno una dose di Benralizumab ed erano descrittive.

Sono stati presentati i risultati dopo la fase di riduzione dei corticosteroidi orali; è in corso una fase di mantenimento.

Tra il 2018 e il 2020, su 705 pazienti valutati per l'idoneità, 598 sono stati reclutati e tutti hanno ricevuto almeno una dose di Benralizumab.
Complessivamente, 376 su 598 pazienti ( 62.88% ) hanno eliminato i corticosteroidi orali e 490 su 598 ( 81.94% ) hanno eliminato l'uso o raggiunto un dosaggio di 5 mg o meno se il motivo dell'interruzione della riduzione era l'insufficienza surrenalica.

L'analisi dei sottogruppi ha mostrato che le riduzioni del dosaggio sono state ottenute indipendentemente dalla conta degli eosinofili al basale, dal dosaggio basale di corticosteroidi orali o dalla durata del trattamento con corticosteroidi orali.
L'insufficienza surrenalica è stata rilevata in 321 su 533 pazienti ( 60% ) alla prima valutazione e in 205 su 533 pazienti ( 38% ) 2-3 mesi dopo.

Il profilo di sicurezza è stato coerente con l'esperienza precedente. La maggior parte dei pazienti ( 448 su 598, 75% ) non ha presentato esacerbazioni di asma durante la fase di riduzione dei corticosteroidi orali con un tasso di esacerbazione annualizzato di 0.63.
Su 598 pazienti, 38 ( 6% ) hanno avuto in totale 46 riacutizzazioni risultanti in visite al Pronto soccorso o visite urgenti o ricoveri.

Nonostante un'elevata prevalenza di insufficienza surrenalica, la maggior parte dei pazienti con asma eosinofilico trattati con Benralizumab ha ottenuto l'eliminazione dei corticosteroidi orali o la massima possibile riduzione utilizzando un algoritmo di riduzione del dosaggio personalizzato. ( Xagena2022 )

Menzies-Gow A et al, Lancet Respiratory Medicine 2022; 10: 47-58

Pneumo2022 Farma2022



Indietro