Pneumobase.it
Esmr
OncoPneumologia
Tumore polmone

Efficacia e sicurezza di Dupilumab per asma incontrollato da moderato a grave


Dupilumab ( Dupixent ) è un anticorpo monoclonale completamente umano anti-recettore alfa della interleuchina-4, che blocca sia l'interleuchina-4 ( IL-4 ) che la via di segnale della interleuchina-13 ( IL-13 ).
Sono state valutate la sua efficacia e la sua sicurezza nei pazienti con asma incontrollato.

Sono stati assegnati in modo casuale 1.902 pazienti di età pari o superiore ai 12 anni con asma non-controllato a ricevere Dupilumab come terapia aggiuntiva per via sottocutanea alla dose di 200 o 300 mg ogni 2 settimane oppure placebo corrispondente per 52 settimane.

Gli endpoint primari erano il tasso annualizzato di esacerbazioni gravi di asma e il cambiamento assoluto dal basale alla settimana 12 del volume espiratorio forzato in 1 secondo ( FEV1 ) prima dell'uso di un broncodilatatore nella popolazione complessiva.
Gli endpoint secondari includevano il tasso di esacerbazione e la FEV1 in pazienti con una conta eosinofila nel sangue di 300 o più per millimetro cubo ( mm3 ).
Sono stati valutati anche il controllo dell'asma e la sicurezza di Dupilumab.

Il tasso annualizzato di esacerbazioni gravi dell'asma è stato di 0.46 tra i pazienti assegnati a 200 mg di Dupilumab ogni 2 settimane e 0.87 tra quelli assegnati al placebo, con una frequenza inferiore del 47.7% con Dupilumab rispetto al placebo ( P minore di 0.001 ); risultati simili sono stati osservati con la dose di Dupilumab di 300 mg ogni 2 settimane.

Alla settimana 12, FEV1 era aumentato di 0.32 litri nei pazienti assegnati alla dose inferiore di Dupilumab ( differenza rispetto al placebo abbinato, 0.14 litri; P minore di 0.001 ); risultati simili sono stati osservati con la dose più alta.

Tra i pazienti con una conta eosinofila nel sangue di 300 o superiore per millimetro cubo, il tasso annualizzato di esacerbazioni gravi dell'asma è stato di 0.37 tra quelli trattati con Dupilumab a dosi più basse e 1.08 tra quelli che hanno ricevuto un placebo ( tasso inferiore del 65.8% con Dupilumab rispetto al placebo ); risultati simili sono stati osservati con la dose più alta.

L'eosinofilia ematica si è verificata dopo l'inizio dell'intervento in 52 pazienti ( 4.1% ) che hanno ricevuto Dupilumab rispetto a 4 pazienti ( 0.6% ) che hanno ricevuto placebo.

In conclusione, in questo studio, i pazienti trattati con Dupilumab hanno presentato tassi significativamente più bassi di esacerbazione dell'asma grave rispetto a quelli trattati con placebo, oltre a una migliore funzionalità polmonare e al controllo dell'asma.
Maggiori benefici sono stati osservati in pazienti con livelli basali più elevati di eosinofili.
In alcuni pazienti è stata osservata ipereosinofilia. ( Xagena2018 )

Castro M et al, N Engl J Med 2018; 378: 2486-2496

Pneumo2018 Farma2018


Indietro