Pneumobase.it
Esmr
OncoPneumologia
Tumore polmone

Efficacia della Budesonide nel asma lieve persistente e nei pazienti naive per i corticosteroidi inalati


I pazienti con asma lieve intermittente e lieve persistente rappresentano circa il 70% dei pazienti che soffrono d’asma. I corticosteroidi inalati sono il trattamento elettivo nell’asma persistente.
Eigen H del Pediatric Pulmonology and Critical Care del Riley Hospital for Children di Indianapolis ( Usa ) ha compiuto una revisione della letteratura, utilizzando MEDLINE ed un AstraZeneca Reference Database, sull’efficacia della Budesonide ( Pulmaxan Turbohaler ) nel trattamento dell’asma lieve persistente, includendo anche i pazienti naive per i corticosteroidi inalati.
I pazienti ( adulti , adolescenti , in età pediatrica ) con asma lieve persistente, trattati con Budesonide , hanno presentato significativi miglioramenti del flusso di picco espiratorio ( PEF , peak expiratory flow ) e del volume espiratorio massimo in 1 secondo ( FEV , forced expiratory volume ) , rispetto al placebo.
La Budesonide è risultata efficace quando somministrata 1 o 2 volte die , anche a bassi dosaggi ( 200 microg /die ).
Nessun grave evento avverso è stato riportato con la Budesonide impiegata entro il range di dosaggio compreso tra 200 e 400 microg/die.
Nei pazienti naive per i corticosteroidi inalati sono stati osservati significativi miglioramenti nel PEF e significative riduzioni nel rischio di esacerbazioni e nel numero di giorni con asma scarsamente controllata, rispetto al placebo ( p < 0.001 ).
I pazienti con asma lieve persistente possono trarre beneficio dal trattamento precoce con Budesonide. ( Xagena 2002 )

Eigen H , Clin Ther 2002 ; 24 : 1035 –1048


Indietro